Varici dell'esofago

Varici dell'esofago, nella sua parte inferiore si verifica a causa di stagnazione nella vena porta del fegato, che vengono visualizzati nella trombosi e la cirrosi epatica. La causa della malattia di cui la parte superiore è un maligno gozzo. Le vene del fegato sono compressi, rendendo il flusso di sangue attraverso di loro difficile. Phlebectasia dell'esofago appare anche come una complicazione in malattie del cuore e della milza.

I fattori che causano questa malattia:

  • stenosi della vena porta, che è caratteristica per le giovani generazioni che si verificano a causa di trombosi, sclerosi;
  • malattia del fegato che si verifica in età avanzata, la cirrosi epatica, amiloidosi, echinococcosi;
  • la malattia di Chiari;
  • angioma dell'esofago;
  • maligna gozzo;
  • di patologia vascolare.

Varici dell'esofago si verifica più spesso nelle seguenti categorie di pazienti:

  • uomini;
  • in persone di età superiore a 50 anni;
  • in pazienti con una storia di malattie del pancreas, stomaco, cuore, cronica e cirrosi.

Sull'incidenza di sanguinamento non è solo influenzata dal livello di pressione, come forte fluttuazione. Il rischio di rottura è elevato, e quei pazienti che soffrono di malattie vascolari che interessano la struttura delle pareti del vaso.

Classificazione

Classificazione delle malattie, delle varici dell'esofago è stato modificato più volte, tuttavia, ora uso la versione del 1997 per le vene dell'esofago, che separa la malattia per gradi:

  • Laurea di primo livello. La vena raggiunge il diametro di 5 mm, significativamente estesa, situata nel livello inferiore del corpo.
  • Di secondo grado. Vienna perplexis in raggiunge il diametro di 10 mm, che si trova nella parte centrale del corpo.
  • Terzo grado. Vasi dilatati più di 10 mm, le pareti teso, sottile, nelle vicinanze, si contorce nella direzione di avere macchie rosse sulla superficie esterna.

Se varici dell'esofago ancora causato un'emorragia interna, secondo le statistiche — dopo sopravvive solo il 50% dei pazienti. Oltre la metà dei sopravvissuti del sanguinamento pazienti faccia entro 1-3 anni, con ricaduta di malattia e hanno ri-iniziare il trattamento.

Le vene Varicose 1 grado

Il quadro clinico è poco espresso. Il paziente ha quasi nessuna lamentela. Nell'indagine vedere: le vene varicose non sono forti a 3 mm vene ectasia no, o solo un singolo lumen non è riempito. Viene diagnosticata solo attraverso l'endoscopia. In primo grado è fondamentale per iniziare il trattamento.

Le vene Varicose 2 gradi

Ben tracciata la rugosità delle navi, come ci sono noduli di dimensioni superiori a 3 mm. In questo caso la mucosa dell'esofago rimane in integrità, senza alcuna violazione della sua integrità.

Lo studio può essere diagnosticata in grande sporgenza delle navi. Il trattamento deve essere effettuato in modo tempestivo, l'unico modo sarà in grado di sbarazzarsi di spiacevoli sintomi della malattia in una fase precoce. Il sanguinamento non è tipico in questa fase.

Le vene Varicose sono 3 gradi

La diagnosi più comune. Il paziente fortemente pronunciato sintomi. Come regola generale, in questo caso la pianificazione di un intervento chirurgico. Le vene sono molto gonfie, i nodi distintamente per essere costantemente ampliato, occupano i 2/3 dell'esofago, la mucosa dell'esofago è sottile. Si verificano reflusso gastroesofageo.

Le vene Varicose 4 gradi

Questo grado della malattia esposte quando l'esofago ha rivelato numerosi noduli e le vene, non una goccia e con la superficie. Sulla strato mucoso trovato numerosi fenomeni di erosione. I pazienti in corso di registrazione, oltre a segni di esofagite, gusto salato in bocca. Quarto grado, spesso, porta a emorragie spontanee.

I sintomi di vene varicose dell'esofago

I primi anni di varici dell'esofago può verificarsi senza sintomi evidenti. A volte c'è una rara attacchi di bruciore di stomaco, lieve pesantezza al petto, eruttazione. Alcuni pazienti si lamentano della difficoltà a deglutire il cibo.

I sintomi di una malattia progressiva di solito appaiono diversi giorni prima dell'insorgenza di sanguinamento. Segni forti di pesantezza al petto e il deterioramento della salute Generale del paziente. In altri pazienti, i sintomi possono essere espressi nella manifestazione di ascite.

Inoltre, i sintomi della malattia vene dell'esofago può manifestarsi come l'aspetto di una "testa di medusa". Questo fenomeno è un modello che è molto ben visto sulla parete anteriore della cavità addominale di varie forme di patologia formata convesso vasi o vene.

Una volta che le vene scoppiare, causando emorragie gravi, accompagnata da sintomi tipici:

  • notevolmente ridotto la pressione sanguigna;
  • spotting impurità nel vomito;
  • spotting impurità nelle feci;
  • l'espresso tachicardia.

Con un leggero sanguinamento, la persona può sentire una certa debolezza, malessere e sintomi di anemia. Diagnosi di varici dell'esofago mediante prove di laboratorio, ecografia dell'addome organi, se necessario, di effettuare esami radiologici e l'esofagoscopia sarà.

Varicose veins of the esophagus1

La diagnosi

La diagnosi mettere sulla base di denunce, un esame esterno, identificazione della malattia primaria. Alla strumentale di ricerca includono:

  • dati di laboratorio del sangue;
  • radiografia con contrasto sostanza;
  • l'esofagoscopia sarà che deve essere fatto con cautela a causa del rischio di sanguinamento possibile.

Al momento della diagnosi di tutte le possibili cause devono essere eliminati, in modo completo e preciso di determinare la causa del sanguinamento e cambiamenti nelle vene dell'esofago.

Trattamento delle varici dell'esofago

Se si verificano sintomi di vene varicose dell'esofago trattamento è effettuato solo in unità di terapia intensiva o intensiva. La classificazione di base di procedure non chirurgiche finalizzate alla prevenzione e alla eliminazione di sanguinamento riducendo la pressione nei vasi:

  1. Farmaco in forma di vitamine, raccoglitori di farmaci e antiacidi (farmaci che riducono l'acidità di stomaco). Questo metodo è finalizzato alla prevenzione dell'esofagite peptica, in cui l'infiammazione può andare sulle pareti dei vasi sanguigni, causando sanguinamento.
  2. La trasfusione di sangue, eritrociti di massa, plasma;
  3. L'introduzione di soluzioni colloidali;
  4. Reception rigenerazione del sangue e favorisce la vasocostrizione farmaci.

Se i metodi elencati, non sono sufficienti per una accurata emostasi e il rischio di re-infortunio vasi sanguigni in un prossimo futuro, il ricorso alla chirurgia.

Varicose veins of the esophagus2

Dieta

I pazienti hanno bisogno di una vita per seguire una dieta rigorosa, nonostante la salute:

  • frequenti piccoli pasti.
  • eccezione di piatti caldi e freddi.
  • mostrato a basso contenuto di grassi brodi e zuppe, polente su una diluito con latte o acqua, bevande di frutta, frutta pulire, verdure al vapore.
  • controindicato piccante, acido, salato, grasso e fritto di prodotti a base di carne; tutto il necessario per cucinare, preparare il purè.

Assolutamente controindicato l'uso di alcol, bevande gassate, birra.

Varicose veins of the esophagus3

Prevenzione

Per impedire la trasformazione di vene dell'esofago nel patologico varicose, prima è necessario monitorare il fegato e prontamente curare la sua malattia. Gli esperti suggeriscono regolarmente in contatto con lui per consigli e a seguire tutte le raccomandazioni.

La prognosi per la vita

Purtroppo, varici dell'esofago incurabile. Tuttavia, in caso di diagnosi tempestiva, adeguata terapia di supporto a migliorare significativamente la qualità della vita e aiutare a prevenire un terribile stato di sanguinamento.

Il tasso di mortalità in pazienti con recente sanguinamento da varici dell'esofago è oltre il 50% e dipende dalla gravità della malattia di base e la condizione dell'organismo come un tutto. I sopravvissuti dopo l'emorragia di pazienti nel 75% dei casi entro i prossimi 1-2 anni c'è una ricaduta.

In Generale, la prognosi per la sopravvivenza a lungo termine dei pazienti con questa malattia rimane bassa, che principalmente è colpa dei principali grave malattia del fegato.

06.03.2018