Vene varicose

Cause, sintomi e trattamento delle vene varicose

Le vene varicose sono un processo patologico nel corpo umano che si manifesta nella sconfitta delle vene (il diametro del lume aumenta, il muro diventa più sottile, si formano "nodi" - allargamenti locali simili a un aneurisma.

Fasi delle vene varicose

Nella medicina odierna è comune distinguere quattro fasi della malattia:

  • 1 stadio iniziale:è principalmente caratterizzato dalla presenza di vene varicose intradermiche sottocutanee (reti vascolari); Si possono osservare vene varicose segmentarie. Con le vene varicose di 1 grado, non vi è alcuna violazione patologica dell'emodinamica.
  • Fase 2:In questa fase ci sono vene varicose segmentarie associate a piccole vene safene. La malattia di grado 2 è associata a una diminuzione della funzione di perforatori e valvole;
  • Stadio 3:Stadio della malattia delle grandi vene sullo sfondo di disturbi emodinamici;
  • Stadio 4:La natura della malattia corrisponde allo stadio 3 dello sviluppo della patologia negli uomini o nelle donne, ma c'è una profonda lesione delle vene.

Le cause delle vene varicose

Le cause principali delle vene varicose alle estremità o in altre parti del corpo sono lo stile di vita e l'ereditarietà. In quest'ultimo caso, dalla nascita, una persona ha pareti vascolari deboli che si espandono leggermente sotto carico (il lume si espande), conducono il fluido attraverso se stesse (contribuisce alla formazione del gonfiore).

L'obesità può contribuire allo sviluppo della patologia. L'obesità è la causa di una pressione eccessiva costante sulle pareti delle vene, che spesso porta alla deformazione dei vasi. Le cause dell'insorgenza della malattia sono i cambiamenti ormonali associati a una diminuzione del tono della parete (ad esempio, quando si usano contraccettivi durante la gravidanza).

Lo sviluppo della malattia può causare un aumento della pressione intra-addominale, che si osserva in una persona con tosse persistente, adenoma prostatico e costipazione cronica. È pericoloso se viene applicata una pressione eccessiva ai vasi, che porta alla dilatazione delle vene varicose. Il risultato sono emorroidi, vene varicose sulle gambe, varicocele.

L'età di una persona è anche una delle possibili cause dell'insorgenza della malattia. Durante il loro servizio nel corpo, i vasi perdono la loro elasticità e potrebbero non essere in grado di sopportare la pressione al loro interno. Lo sviluppo della malattia è spesso osservato nei pazienti con trombosi venosa profonda. A rischio sono le persone che sviluppano anomalie congenite nella struttura delle vene o che causano un aumento della pressione endovenosa cronica (ad es. Fistole artero-venose).

Sintomi delle vene varicose

Nelle fasi iniziali, la malattia può progredire senza sintomi. L'aspetto dei vasi sanguigni sulla superficie della pelle in questo momento non causa alcun disagio per una persona (forse solo cosmetica).

Nel tempo, le persone iniziano a notare gonfiore, pesantezza e affaticamento alle gambe. Questo è seguito da un periodo in cui le vene si sentono bene e sporgono sopra la superficie della pelle. le formazioni nodulari compaiono sotto quest'ultimo.

La violazione del trofismo porta a iperpigmentazione, crepe, pelle secca, eczema, dermatite delle vene varicose e ulcere. Quando si verifica un periodo di gravi problemi circolatori, sul corpo possono comparire crampi e ulcere trofiche, difficili da trattare.

Il gonfiore delle gambe, che di solito è sempre il risultato delle vene varicose, si ispessisce nel tempo, diventa irregolare e si sente irregolare.

Diagnosi delle vene varicose

La malattia può essere facilmente diagnosticata alle estremità, specialmente nelle fasi successive, quando compaiono cambiamenti caratteristici sulla superficie della pelle. La diagnosi nelle fasi precedenti e con patologia delle vene interne viene eseguita oggi mediante angiografia triplex, ecografia Doppler ed ecografia. In base ai loro risultati, il medico valuta il grado di sviluppo della malattia, prescrive il trattamento.

I risultati più completi si ottengono con l'angiografia, che valuta tutte le vene del corpo umano. Questo metodo funziona nel 95%. . . Viene utilizzato il 98% di tutti i casi di malattia, con alcune ricadute viene utilizzata anche la scansione radioisotopica.

Trattamento delle vene varicose

La terapia include un approccio integrato al trattamento della malattia:

  • sono prescritti angioprotettori, flebotropi (per rafforzare le pareti dei vasi, proteggerli dai danni, aumentare la loro elasticità);
  • Oltre ai farmaci, al paziente vengono prescritti esercizi di fisioterapia che stimolano il flusso sanguigno nelle vene e aiutano a prevenire il ristagno del sangue.
  • Si consiglia di indossare calze compressive speciali (questo aiuta a spingere il sangue lungo il letto vascolare).
  • le procedure includono il trattamento delle malattie da flebosclerosi;
  • vengono utilizzati metodi chirurgici;
  • Si raccomandano metodi popolari per correggere le vene varicose.
  • Si effettuano massaggi e terapia pneumocompressa.

Un approccio integrato alla lotta contro le vene varicose consente di esercitare la necessaria influenza sulla patogenesi e sui sintomi della malattia. Di conseguenza, le condizioni del paziente sono notevolmente migliorate e la malattia può essere completamente sradicata. L'uso di tecniche chirurgiche è possibile in fasi inaccessibili a trattamenti terapeutici o altri trattamenti economici: la decisione è presa dal flebologo.

Trattamento delle vene varicose in donne in gravidanza e in allattamento

Le vene varicose nelle donne durante la gravidanza e durante l'alimentazione di un bambino non sempre indicano una malattia. Se saranno trattati o meno è determinato da un flebologo, con il quale è richiesta una consultazione obbligatoria in tali fasi della vita.

Quando è necessaria un'azione urgente, il miglior trattamento per le madri che allattano e le donne incinte è indossare calze a compressione, esercizio fisico o bende con bende elastiche.

L'allattamento al seno è caratterizzato da un aumento del carico sulle vene, quindi non dovresti aspettarti effetti importanti dalle misure di trattamento prese durante questo periodo. È meglio eseguire misure intensive, operazioni necessarie dopo l'allattamento al seno.

La scleroterapia, che oggi è il trattamento preferito per molti pazienti, è inefficace anche nelle donne in gravidanza e in allattamento. È meglio interrompere le procedure e proseguire successivamente.

intervento chirurgico

La necessità di un intervento chirurgico come trattamento più efficace è determinata solo da un medico sulla base di un esame speciale. Di solito questa decisione viene presa con forme più avanzate della malattia: ad esempio, quando le gambe sono coperte da vene sporgenti, simili a corde spesse con nodi.

La maggior parte delle volte, le aree danneggiate delle vene superficiali vengono rimosse durante l'operazione. i vasi profondi non vengono mai operati. Il flusso sanguigno attraverso le vene distanti si interrompe ed è bilanciato dai vasi profondi. Secondo gli esperti, la circolazione sanguigna non è disturbata, ma addirittura migliorata.

Oggigiorno, nella chirurgia venosa vengono utilizzate tecniche mininvasive, con le quali è possibile ridurre al minimo il trauma al corpo umano. Uno di questi è il peeling breve, che prevede un esame approfondito dei vasi e la rimozione solo delle parti interessate dalle vene varicose.

Le cliniche leader praticano la crioflebectomia e il trattamento laser della malattia utilizzando il metodo della coagulazione intravascolare. La prima operazione prevede l'inserimento di una criosonda nella vena attraverso un'incisione nell'inguine e la rimozione del vaso congelato quando viene ritirato. Il secondo prevede l'inserimento di un diodo emettitore di luce laser in una vena e l'applicazione della radiazione laser alle pareti del vaso. Il risultato è un'estinzione istantanea. La procedura stessa richiede solo pochi minuti e il paziente riceve un minimo di trauma.

Crema contro le vene varicose

Un approccio integrato al trattamento delle vene varicose ti consente di combattere questa malattia nel modo più efficace. A tale scopo vengono utilizzate pillole, unguenti, iniezioni, gel e creme.

Nei corsi vengono utilizzate creme terapeutiche speciali per le vene varicose. La loro durata è determinata individualmente dal flebologo. Questi rimedi per le vene varicose vengono utilizzati solo di notte o, se indicato, tre volte al giorno. Dopo due settimane di utilizzo, le vene sulle gambe si rimpiccioliscono, le "stelle" praticamente scompaiono dai vasi e la pelle diventa più curata e più bella.

Intimo compressivo per vene varicose

Indossare calze a compressione è una delle misure per combattere le malattie. Il principio del suo effetto benefico sul corpo è applicare pressioni di diversa forza a diverse parti degli arti.

La compressione massima (100% possibile per il tipo di biancheria intima) delle calze è sopra la caviglia, il che facilita la risalita del sangue. Una pressione più alta è minore; La sua differenza aiuterà a spostare il sangue stagnante ed eliminare o alleviare i sintomi della malattia.

La biancheria intima a compressione è realizzata in materiale elastico: Lycra, cotone, microfibra, nylon. Ha un aspetto estetico, senza cuciture visibili. L'abbigliamento è traspirante, accarezza comodamente la pelle ed è ipoallergenico. Il mantenimento delle proprietà medicinali dei prodotti dura fino a sei mesi.

Trattamento delle vene varicose con la medicina tradizionale

Questa spiacevole malattia è stata a lungo trattata con rimedi popolari. In questo caso, le parti del corpo colpite acquisiscono un aspetto estetico, le vene sono rafforzate, il che esclude la manifestazione della malattia in futuro.

Di solito i rimedi popolari vengono utilizzati contemporaneamente alla rimozione delle vene varicose con i farmaci. Ecco alcuni consigli per usare le forze della natura per combattere questa malattia:

  • erbe: i fiori e le foglie dell'assenzio sono macinati (puoi usare un frullatore); La sospensione risultante nel rapporto 1: 1 viene miscelata con latte acido. La miscela risultante, avvolta in una garza, viene applicata sulle protuberanze e sulle "ragnatele" della pelle.
  • Un trattamento domiciliare è possibile con i pomodori rossi: vengono tagliati a fette che vengono posizionate sulle aree problematiche della pelle. 3. . . Fissare con una benda per 4 ore.
  • succo di pomodoro - da efficaci aiutanti nella lotta contro le vene varicose; Bevi almeno un bicchiere ogni giorno:
  • allevia la pesantezza delle gambe, le sensazioni dolorose assorbono un cucchiaino di noce moscata ogni mattina a stomaco vuoto.

Prevenzione delle vene varicose

Una malattia è più facile da prevenire che da curare. È necessario tenerne conto e seguire i suggerimenti seguenti:

  • Le scarpe non devono avere tacchi alti (oltre 5 . . . 6 cm). dovrebbe essere conveniente e conveniente per te;
  • spostati di più; Non prendere l'ascensore: è meglio camminare;
  • fai sempre semplici esercizi: muovi i piedi in direzioni diverse; alternativamente sollevare sulle dita dei piedi e abbassarsi sui talloni;
  • se possibile, più nuoto, ciclismo, jogging;
  • non passare, cerca di mantenere il tuo peso fuori;
  • La prevenzione delle vene varicose include l'obbligo di smettere di fumare.
  • massaggia i piedi più spesso con le dita e i palmi delle mani;

Controindicazioni in caso di malattia: sollevamento pesi, trasporto di pesi (es. sollevamento di sacchi a terra).

03.03.2021