Diagnosi, fasi e trattamento delle vene varicose nelle gambe

Molte persone non prendono sul serio i primi segni delle vene varicose perché si tratta solo di un difetto estetico. In effetti, non lo è. La malattia è complessa, complessa, può deteriorare in modo significativo la salute generale di una persona e portare a conseguenze pericolose.

Inoltre, ha un effetto negativo sul benessere, sulle prestazioni e sull'aspetto del paziente. Pertanto, una diagnosi precoce e un trattamento adeguato aiuteranno a prevenire lo sviluppo della malattia e proteggeranno il corpo da molte manifestazioni negative delle vene varicose.

Cause e sintomi delle vene varicose

Cause e sintomi delle vene varicose nelle gambe

Uno dei motivi principali per cui si sviluppano le vene varicose è che la maggior parte dei ricercatori considera l'ereditarietà. Se ci sono stati casi di vene varicose in famiglia, si può sostenere che i membri della famiglia corrono un rischio molto più elevato di ammalarsi.

Il prossimo caso più comune è l'aumento del carico sulle gambe, che porta ad una compromissione del flusso sanguigno e delle valvole venose. A rischio sono le persone in sovrappeso, che hanno uno stile di vita sedentario, lavorano in modo sedentario o trascorrono molto tempo in piedi. Anche i fumatori, le persone con disturbi ormonali ed endocrini, disturbi del sangue e uno sforzo fisico intenso sono a rischio di contrarre la malattia.

Per identificare le cause della malattia, la diagnosi tempestiva delle vene varicose nelle gambe è molto importante. Le persone con una storia familiare della malattia dovrebbero essere testate regolarmente, anche se non ci sono segni. Se si verificano i sintomi, dovrebbe essere fatto il prima possibile.

Come per altre malattie, le vene varicose che sono state "catturate" nelle prime fasi vengono trattate in modo molto più efficace.

Il paziente riesce a prevenire il rapido sviluppo della malattia e la comparsa di noduli estremamente brutti e molto dolorosi sugli arti.

I segni della presenza di vene varicose possono essere i seguenti:

  • Sensazione di pesantezza alle gambe, che aumenta notevolmente dopo il minimo sforzo, ma può manifestarsi anche in uno stato di completo riposo.
  • Gonfiore della parte inferiore della gamba, della caviglia e del collo del piede.
  • Dolore alle gambe, che si manifesta in dolori sordi, crampi, sensazione di "scoppio" dei tessuti dall'interno e bruciore, soprattutto dopo lo sforzo.
  • La comparsa di tromboflebite, cioè un processo infiammatorio nella parete di un vaso pieno di trombo.

Man mano che la malattia si sviluppa, le pareti dei vasi sanguigni diventano più larghe, più sottili e formano grandi vene varicose. Possono essere localizzati in luoghi diversi (le emorroidi sono un tipo speciale di vene varicose), ma sono particolarmente evidenti e dolorose agli arti inferiori. Quando inizia la malattia, il paziente avrà difficoltà a muoversi, soffrirà di dolori costanti, la sua salute si deteriorerà e la sua capacità di lavorare diminuirà.

Senza trattamento o con la scelta sbagliata, le vene varicose possono avere un impatto estremamente negativo sulla salute e portare allo sviluppo di molte complicazioni pericolose.

Fasi della malattia

Deflusso di sangue con vene varicose in diverse fasi dello sviluppo della malattia

I sintomi delle vene varicose dipendono dallo stadio della malattia.

Secondo gli standard internazionali, è comune considerare 6 fasi della malattia:

  • Stadio 0- l'inizio della malattia, quando il paziente stesso potrebbe non sospettare nemmeno di essere già malato. Non si osservano manifestazioni esterne, ma una persona lamenta regolarmente dolore e pesantezza alle gambe, crampi e gonfiore che compaiono di notte dopo il minimo sforzo. I segni della malattia potrebbero non essere rilevati anche con un esame completo, ma puoi sempre aspettarti la sua manifestazione.
  • Fase 1- In questa fase, oltre ai reclami del paziente, sulle gambe compaiono vene dei ragni o anche una rete di esse. Visitare un medico per una diagnosi completa e iniziare il trattamento può prevenire lo sviluppo di una malattia a tutti gli effetti e mantenere la bellezza e la salute delle gambe.
  • Fase 2- sono considerate le vene varicose effettive. Durante questo periodo, si osserva una "serie" completa di segni: dal costante disagio del paziente, allo sviluppo di vene dilatate, alla formazione di noduli sotto la pelle delle estremità. I sintomi e le manifestazioni esterne sono significativamente aumentati dopo lo sforzo, camminare sui talloni o stare seduti per molto tempo senza muoversi.
  • Fase 3- Le condizioni del paziente peggiorano poiché i sintomi già presenti si combinano con il gonfiore. Di solito scompare dopo una notte di sonno, ma la sera le gambe del paziente diventano di nuovo molto gonfie e doloranti. Il gonfiore porta al ristagno dei nutrienti, la pelle diventa scura, gonfia e dolorante. I processi infiammatori si sviluppano gradualmente da piccole a grandi aree di danno. Quando c'è un'infezione, l'erisipela appare con lesioni superficiali piangenti che sono molto difficili da guarire. Sul corpo compaiono aree biancastre di pelle atrofizzata, che possono poi trasformarsi in ulcere trofiche.
  • Fase 4- Le condizioni del paziente sono complicate dalla comparsa di ulcere trofiche, che finora sono state guarite con successo.
  • Stadio 5- ulcere trofiche non cicatrizzanti. La condizione generale del paziente non è soddisfacente.

Una diagnosi corretta delle vene varicose nelle gambe aiuterà a identificare non solo la malattia stessa, ma anche lo stadio della malattia. Più è piccolo, più facile è il trattamento e più velocemente si può ottenere l'effetto ottimale.

Possibili complicazioni

possibili complicanze delle vene varicose avanzate nelle gambe

Le vene varicose avanzate possono essere complicate da eczema e tromboflebite.

Se la malattia non viene curata o vengono utilizzate risorse inadeguate, può essere complicata dai seguenti problemi:

  1. Ulcere trofiche. Sono dolorosi, antiestetici, possono infiammarsi gravemente e sono difficili da trattare. Se la causa non viene eliminata, possono sempre riaprirsi.
  2. Forma acuta di tromboflebite venosa superficiale.
  3. flebotrombosi.
  4. Sanguinamento da noduli formati da vasi assottigliati con vene varicose. Si verificano quando le pareti dei vasi sanguigni si rompono, causando un sanguinamento massiccio. Se non si interrompe in tempo, la perdita di sangue può essere così significativa da portare alla morte.
  5. tromboembolia, cioè distacco di un trombo con il suo trasferimento attraverso il flusso di sangue in un altro luogo dove può causare una trombosi. Se entra in un vaso di grandi dimensioni come l'arteria polmonare, l'embolia può causare gravi problemi o la morte.
  6. Edema lattiginoso o blu. Queste condizioni indicano lesioni di vari vasi, causano gravi sofferenze, causano lo sviluppo di ulcere trofiche e, a volte, a causa di una forte violazione della loro dieta, possono diventare l'inizio della morte dei tessuti. In casi particolarmente gravi, ciò può portare all'amputazione degli arti.

Metodi diagnostici

Metodi per diagnosticare le vene varicose nelle gambe

La diagnosi principale delle vene varicose nelle gambe è il metodo dell'ecografia Doppler. Utilizzando questo metodo, il medico può non solo rilevare le vene dilatate, ma anche valutare le condizioni delle valvole delle vene profonde e superficiali, determinare la presenza di coaguli di sangue o altre formazioni nel lume dei vasi.

La procedura è indolore per il paziente. Viene eseguito in posizione supina o prona. A volte il medico chiederà al paziente di sottoporsi a un intervento chirurgico aggiuntivo in piedi per rivelare lesioni invisibili in un'altra posizione.

Non è richiesta la preparazione del sondaggio.

Inoltre, il paziente può essere assegnato ad altri tipi di esami e test. È importante un esame del sangue, che mostra le condizioni del fluido e la sua tendenza all'aumento della formazione di trombi.

Particolarità del trattamento

Regole e metodi per il trattamento delle vene varicose nelle gambe

Dopo aver diagnosticato le vene varicose nelle gambe, il medico seleziona il trattamento appropriato, che dipende dallo stadio della malattia.

Tutti i tipi di effetti sulla malattia possono essere suddivisi nelle seguenti aree:

  1. Conservatore.
  2. Chirurgico.

Questi ultimi metodi vengono utilizzati quando la condizione è già stata gravemente trascurata e nessun effetto positivo può essere ottenuto con metodi conservativi. In questo caso, viene eseguita la rimozione chirurgica delle aree interessate delle vene. È necessario indossare biancheria intima a compressione speciale immediatamente dopo la procedura. Di solito il paziente può tornare a casa entro un giorno dall'operazione.

Se la malattia viene rilevata in modo tempestivo, è possibile ricorrere a un metodo conservativo. Include farmaci, scleroterapia o coagulazione e compressione laser.

La scelta dei farmaci dipende da molte ragioni. Pertanto, il medico curante lo seleziona individualmente per ciascun paziente.

Più comunemente, l'elenco dei farmaci include anticoagulanti, che sono sostanze che aiutano a fluidificare il sangue e prevengono i coaguli di sangue, e farmaci antinfiammatori per trattare la flebite e impedirne la diffusione.

La scleroterapia è una procedura in cui una sostanza speciale viene iniettata in un vaso, facendo aderire le pareti del vaso. Si forma una cicatrice, il vaso malato viene "spento" dal flusso sanguigno e, nel tempo, muore e si dissolve. Non ci sono tracce degli ex vasi blu o "stelle" lasciate sulla superficie del corpo. La procedura è molto rapida e non richiede anestesia.

Se devono essere rimossi vasi più grandi, viene utilizzata la coagulazione laser. Per lui, una speciale guida di luce viene inserita nella vena in anestesia locale che guida un raggio laser. Chiude letteralmente il vaso e il sangue si coagula al suo interno. Di conseguenza, nella sclerosi, muore allo stesso modo dei vasi più piccoli.

Indossare biancheria intima compressiva è prescritto da un medico che selezionerà anche il tipo e la classe di prodotto. L'uso di un tale strumento può anche essere profilattico. Ciò richiede calze speciali (non mediche! ). Vengono mostrati a persone vulnerabili che trascorrono molto tempo in piedi o siedono immobili.

Prevenzione

stile di vita attivo per la prevenzione delle vene varicose nelle gambe

Uno stile di vita attivo e sano è la migliore prevenzione contro le vene varicose.

Lo sviluppo di vene varicose può essere prevenuto se segui i consigli seguenti:

  1. Perdere peso. La presenza di obesità o sovrappeso contribuisce allo sviluppo di molte malattie, comprese le vene varicose.
  2. Elimina lo sforzo eccessivo sulle vene, comprese quelle causate da un intenso esercizio fisico. I principali "provocatori" sono il sollevamento pesi, il bodybuilding, il tennis.
  3. Smetti di indossare scarpe scomode con tacchi molto alti ogni giorno. Dovrebbe essere utilizzato solo in occasioni speciali e le scarpe con un tacco più basso e più stabile sono adatte per l'uso quotidiano.
  4. Non utilizzare calze e biancheria intima con elastici che comprimono i vasi sanguigni. Le cose che vengono fornite con gli elastici sono particolarmente pericolose.
  5. Rifiuta di fare lunghi bagni caldi, bagni e saune e resta alla luce diretta del sole.
  6. Il fumo può essere uno dei fattori che provoca disturbi nel lavoro del sistema circolatorio. Quindi, dovrebbe anche essere evitato.

L'esercizio fisico moderato, le passeggiate regolari, le pause dal lavoro in piedi o seduti per camminare o fare sport ti aiuteranno a non conoscere mai questa malattia pericolosa e spiacevole: le vene varicose.

04.03.2021