Vene varicose pelviche nelle donne

vene varicose pelviche

Le vene varicose pelviche nelle donne si sviluppano principalmente in età riproduttiva. La patologia influisce negativamente sulla condizione dell'utero e delle appendici, provoca sintomi spiacevoli e, in casi avanzati, provoca complicazioni che riducono la qualità della vita di una giovane donna. La malattia è difficile da diagnosticare, poiché è spesso accompagnata da sintomi che si sviluppano con comuni patologie ginecologiche, come ad esempio: B. Infiammazione degli organi del sistema urogenitale, disturbi ormonali, ecc. Un esame ginecologico completo, ma anche una valutazione delle condizioni e della funzione delle vene pelviche. Se sospetti le vene varicose pelviche e hai bisogno di una diagnostica di alta qualità e di cure mediche professionali, contatta la clinica, dove specialisti esperti altamente qualificati aiuteranno a identificare e curare con successo una malattia così grave.

Classificazione delle vene varicose pelviche

Le vene varicose delle vene pelviche sono un processo patologico associato a un indebolimento delle pareti venose degli organi pelvici, che a sua volta contribuisce allo sviluppo dell'ectasia. La patologia può svilupparsi in 2 forme:

  • vene varicose della vulva e del perineo;
  • sindrome da congestione venosa.

Nella maggior parte dei casi, entrambe le forme causano e supportano la progressione dell'altra. Sullo sfondo del reflusso sanguigno attraverso la fistola safenofemorale con danno simultaneo alla vena pudendo esterna e afflusso della vena grande, si sviluppano vene varicose perineali e vulvari isolate. Tale patologia è comune nelle donne in gravidanza e si sviluppa sullo sfondo della compressione della vena cava iliaca e inferiore da parte di un feto in crescita e un utero in aumento.

A seconda della natura della gravità della malattia, ci sono 3 fasi di sviluppo del processo patologico:

  1. Primo. Il diametro delle vene dilatate non supera 0, 5 cm, i vasi hanno un andamento tortuoso.
  2. Secondo. Il diametro delle navi interessate aumenta a 0, 6 - 1 cm. La lesione può essere di natura completa o coinvolgere vasi parametrici, vene acrobiche miometriali e plesso ovarico.
  3. Terzo. Il diametro delle navi interessate supera 1 cm, si sviluppano gravi complicazioni.

Tenendo conto del tipo di sviluppo, RVMT può essere dei seguenti tipi:

  • Primario. Si sviluppa sullo sfondo dell'insufficienza valvolare congenita o acquisita delle vene ovariche. Fattori provocatori comuni di questo tipo di patologia: complicazioni durante la gravidanza e il parto, intenso sforzo fisico, assunzione di farmaci ormonali, ecc.
  • Secondario. Si sviluppa sullo sfondo di malattie ginecologiche progressive, come tumori, endometriosi, ecc.

cause

Le vene varicose pelviche compaiono spesso per i seguenti motivi:

  • displasia del tessuto connettivo. Una condizione congenita caratterizzata da una diminuzione del contenuto di alcuni tipi di collagene, che contribuisce a una diminuzione della forza delle pareti dei vasi.
  • predisposizione ereditaria. Se una donna ha avuto casi di tale malattia vascolare nella sua famiglia, c'è un'alta probabilità che affronti anche RVMT in una combinazione di fattori avversi.
  • inattività fisica. A causa dell'attività fisica necessaria per il corpo e di uno stile di vita sedentario, il deflusso venoso nella piccola pelvi è disturbato, il che a sua volta porta allo sviluppo di processi stagnanti.
  • Gravidanza. Con il progredire della gravidanza, l'utero aumenta gradualmente di dimensioni e comprime i tessuti circostanti, comprese le vene esistenti, portando talvolta allo sviluppo di vene varicose.
  • Obesità. Se sei in sovrappeso, il carico sui vasi della piccola pelvi aumenta in modo significativo.
  • Vene varicose degli arti inferiori ed emorroidi. VRVMT in questo caso si sviluppa sullo sfondo di una lesione sistemica del tessuto connettivo.
  • disturbo ormonale. L'insufficienza ormonale, durante la quale il progesterone viene prodotto in eccesso nel corpo femminile, ha un effetto indebolinte sul tono delle vene della piccola pelvi, che a sua volta porta allo sviluppo delle vene varicose.

donne che:

  • abusare di cattive abitudini: alcol, fumo;
  • non vivere una vita intima e non ottenere un orgasmo;
  • complicazioni ginecologiche che si sono verificate durante la gravidanza e il parto;
  • è stato operato sulla cavità addominale;
  • avere gravi lesioni pelviche;
  • costretto a sottoporsi a terapia ormonale sostitutiva.

sintomi

Molto spesso, le vene varicose pelviche non causano sintomi sospetti. Una donna può essere inconsapevole della sua grave malattia per molti anni. Nelle fasi iniziali, i sintomi sono aspecifici, quindi RVMT viene spesso confuso con un tipo di patologia ginecologica che ha un quadro clinico simile. Sintomi che dovrebbero allarmare e diventare motivo per un esame completo non solo degli organi dei sistemi riproduttivo e urinario, ma anche delle vene della piccola pelvi:

  • Dolore non mestruale nell'addome inferiore. L'intensità della sindrome del dolore dipende dal grado di danno alle vene e dalla prevalenza del processo patologico. Nelle prime fasi, il dolore è lieve, può irradiarsi nella parte bassa della schiena, l'osso sacro. Nei casi avanzati, il dolore è intenso, lancinante e si irradia all'addome, al perineo e alla parte bassa della schiena.
  • Sindrome premestruale grave. Le condizioni della donna peggiorano drasticamente nella 2a fase del ciclo, durante le mestruazioni sono possibili forti dolori, un aumento della quantità di secrezione e dismenorrea.
  • dispareunia. Il disagio e il dolore possono disturbare proprio durante il rapporto e dopo il suo completamento.
  • problemi a urinare. Andare in bagno diventa più frequente quando una donna cerca di urinare, sente dolore e disagio.

Diagnosi delle vene varicose pelviche

Già nella fase dello studio primario, il medico può fare una diagnosi preliminare basata sui reclami del paziente e sulla presenza di tali segni caratteristici:

  • Espansione delle vene superficiali nella vulva e nel perineo;
  • cianosi delle pareti vaginali;
  • Dolore alla palpazione dell'addome.

Tuttavia, l'esame primario e la palpazione non sono sufficienti per confermare la diagnosi di RVMT. Pertanto, il paziente viene inviato per un esame diagnostico completo, comprese le seguenti procedure:

  • Metodo ecografico combinato transaddominale e transvaginale. Consente l'identificazione di patologie organiche utilizzando la mappatura color Doppler per rilevare la localizzazione del processo patologico.
  • Dopplerografia. Consente al medico di valutare le condizioni dei sistemi vascolare e venoso degli organi MT.
  • Tomografia. Il computer o la risonanza magnetica utilizzando un mezzo di contrasto consente di studiare le vene in dettaglio, la loro posizione e le zone di espansione.
  • Venografia extrauterina. Consente di determinare la localizzazione e la prevalenza del processo patologico, valutare le condizioni dei sistemi valvolari, rilevare i coaguli di sangue.

Ai fini della diagnostica differenziale o in caso di contenuto informativo insufficiente dei metodi di cui sopra, ricorrono alla laparoscopia diagnostica.

Trattamento delle vene varicose pelviche

Il trattamento delle vene varicose pelviche può essere conservativo o chirurgico. Se non ci sono cambiamenti pronunciati nelle vene e la condizione non minaccia la salute del paziente, viene prescritta una terapia farmacologica individuale, il cui compito principale è migliorare le condizioni delle vene ed eliminare i sintomi spiacevoli. A tal fine vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • venotonica. Il meccanismo della loro azione è volto a correggere i disturbi della circolazione venosa, che sono la causa principale dello sviluppo delle vene varicose. I tonici venosi sistemici aiutano a guarire i vasi sanguigni in tutto il corpo perché influenzano il sistema venoso nel suo insieme.
  • Farmaci che hanno un effetto fluidificante del sangue. Ridurre la densità del sangue, prevenire la formazione di coaguli di sangue.
  • Antifiammatori non steroidei. Allevia l'infiammazione, elimina i sintomi spiacevoli.
  • complessi vitaminici e minerali. Contribuire a rafforzare il credito e ridurne la fragilità.

Nel corso della terapia farmacologica, i medici consigliano di indossare biancheria intima a compressione, che ha un effetto simile al bendaggio con un bendaggio elastico. Questo intimo permette di distribuire la pressione esterna in base alle caratteristiche fisiologiche del corpo del paziente. Se indossato regolarmente, aiuta a normalizzare la circolazione sanguigna senza causare alterazioni cutanee e disordini metabolici locali. Affinché la biancheria intima a compressione porti il massimo beneficio possibile, è necessario selezionare i prodotti insieme al proprio medico.

Se la malattia è avanzata e la terapia conservativa non può fermarne la progressione, il medico e il paziente considerano le opzioni di intervento chirurgico. I moderni metodi di chirurgia mininvasiva includono:

  • sclerobtilazione. L'essenza della tecnica è l'introduzione di uno sclerosante nelle vene colpite, che provoca il blocco e l'ulteriore riassorbimento delle vene. Tutte le manipolazioni vengono eseguite sotto controllo angiografico.
  • Embolizzazione della vena ovarica. In questo metodo chirurgico di trattamento della VRVMT, le bobine di embolizzazione vengono inserite in una vena attraverso un catetere. Ciò consente di bloccare completamente il flusso di sangue nelle vene dilatate. L'intervento viene eseguito sotto controllo angiografico.

prevenzione

La prevenzione di RVMT implica l'osservanza di regole così semplici:

  • condurre uno stile di vita sano e attivo;
  • sbarazzarsi delle cattive abitudini;
  • normalizzare il peso;
  • con uno stile di vita sedentario associare una moderata attività fisica, terapia fisica;
  • migliorare l'alimentazione diversificando la dieta con frutta e verdura fresca;
  • se c'è una tendenza alle vene varicose nella piccola pelvi, indossare biancheria intima a compressione, selezionare insieme al medico curante;
  • Se la malattia è causata da uno sforzo fisico eccessivo, è necessario cercare di limitarla al massimo.
  • sottoporsi a trattamento ormonale sotto la stretta supervisione di un medico;
  • Ai fini della prevenzione, una volta all'anno sottoporsi a una visita medica completa, che aiuterà a identificare le patologie nelle prime fasi, curarle in tempo e prevenire complicazioni.

complicazioni

Il rischio di complicanze può essere ridotto al minimo se la malattia viene riconosciuta in tempo e trattata immediatamente. In assenza di una terapia adeguata, si sviluppano conseguenze così pericolose:

  • Trombosi;
  • tromboembolismo;
  • tromboflebite.

Altre complicazioni comuni:

  • disturbi ormonali;
  • sanguinamento uterino disfunzionale;
  • processi infiammatori cronici negli organi dei sistemi riproduttivo e urinario;
  • Infertilità.

Le vene varicose pelviche sono spesso aggravate nelle donne durante la gravidanza, il che rappresenta una seria minaccia per la salute non solo della futura mamma, ma anche del suo bambino. Le donne con patologia vascolare progressiva hanno un'alta probabilità di dare alla luce un bambino prematuro con organi interni sottopeso e sottosviluppati. Durante il parto con vene varicose, possono verificarsi danni alle pareti assottigliate dei vasi sanguigni, che sono irte di sanguinamenti abbondanti e incontrollati che possono essere fatali. Pertanto, se a una donna viene diagnosticata la VRVMT durante la gravidanza, il medico consiglia un metodo chirurgico di consegna: taglio cesareo.

Il costo del trattamento delle vene varicose pelviche

Il costo del trattamento delle vene varicose della piccola pelvi viene calcolato individualmente per ciascun paziente. Fattori come:

  • il grado di abbandono e prevalenza della patologia;
  • la presenza di complicazioni associate;
  • il metodo più efficace di terapia è conservativo o chirurgico;
  • Necessità di terapie complementari.

Per informazioni più dettagliate sul costo del trattamento delle vene varicose pelviche, è necessario contattare uno specialista che determinerà lo stadio della malattia e consiglierà il trattamento.

11.02.2022